Pubblicazioni

 

Passage-Geppy-Pisanelli

GEPPY PISANELLI

Passage

a cura di Paola de Ciuceis

BAD edizioni - 2016

ISBN: 978-88-909403-1-6

Catalogo stampato in occasione della mostra
personale Passage di Geppy Pisanelli al
PAN Palazzo delle Arti Napoli - nel mese di gennaio 2016

- – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - -

Per lo più di formato maxi, a metà tra il reale e l’immaginifico e sempre in bilico tra segno e significato, i
dipinti di Geppy Pisanelli, artista italiano attivo tra Napoli
e New York dal 2007, sono racconti minimi che
contemplano gli abissi dell’animo umano attraverso la
natura. Narrazioni essenziali ed esistenziali, dense di
simboli e messaggi cifrati, e tutti da cogliere, nelle quali,
lo spettatore, è invitato al dialogo e alla riflessione con
il privilegio di avere sempre l’ultima parola. Ed è così
anche per la più recente produzione di Pisanelli, in particolare per Passage: il corpus di 4 tele nucleo fondante della mostra napoletana, al Pan Palazzo delle Arti Napoli, che ne mutua anche il nome, appunto, Passage.

————————————————————————————————————

 


Salvatore Manzi prime di Me

SALVATORE MANZI

Prima di me

BAD edizioni - 2015

ISBN: 97-88-8909403-0-9

Pubblicato in occasione della mostra di Salvatore Manzi a cura di Stefano Taccone presso lo spazio Galleria E23.

- – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - -

È un paziente lavorio di riscrittura calda del candore freddo di ogni stuccatura presente in galleria, testimonianze inestirpabili delle opere che primamente hanno vissuto sulle sue pareti. Ma spetta ad altri, a chiunque altro ma non all’artista, individuarle tracciandone i limiti, mentre a Salvatore non resta che colorare evitando di eccedere i contorni come un bimbo. Prima di ogni momento presentativo c’è tutto un lavoro di impalcature e ponteggi che vengono abbattuti però sempre troppo presto per essere esteticamente valorizzati; come suggestione più o meno conscia ancora una volta della parola biblica cristiana, ove però naturalmente all’ “io sono” del divino si sostituisce l’ “io non sono” dell’artista ancora una volta assente.

————————————————————————————————————

 


volume contro la felicita

CONTRO L’INFELICITA’

L’internazionale Situazionista e la sua attualità

Edizioni: Ombre corte / cartografie - 2014

ISBN: 97-88-8975229-3-5

Volume pubblicato in seguito al progetto Far retrocedere dappertutto l’infelicità realizzato da BAD bunker art division.

- – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - -

L’Internazionale Situazionista costituisce sicuramente uno dei più rilevanti e significativi quanto complessi e controversi capitoli della vicenda delle avanguardie. La sua parabola colpisce per il desiderio di radicalità e coerenza assolute, per l’incrollabile determinazione dei suoi protagonisti nel procedere convinti di rappresentare il “grado più alto della coscienza rivoluzionaria internazionale”, per il rifiuto di ogni mediazione o adattamento e la tendenza a infrangere qualunque separazione, a cominciare da quella tra arte e vita. Concetti quali “costruzione di situazioni”, “deriva”, “détournement”, “psicogeografia”, “urbanismo unitario”, e la centralità di tematiche come il superamento dell’arte, la critica della società dello spettacolo e la reinvenzione della rivoluzione testimoniano il fascino e la ricchezza delle riflessioni e delle intuizioni di quel movimento, otre a costituire le fondamenta di una fortuna sopravvissuta ben oltre la sua fine ufficiale.
Da gennaio a maggio del 2013 il BAD Museum di Napoli ha realizzato il progetto Far retrocedere dappertutto l’infelicità, curato da Stefano Taccone. Costituito da una mostra documentaria e da un ciclo di conferenze, ha coinvolto alcuni tra i maggiori studiosi del movimento situazionista a livello internazionale. I loro interventi, ora raccolti in questo volume, ne restituiscono non solo la vivacità e la pluralità dei metodi e delle interpretazioni, ma anche la straordinaria attualità, sia sul piano della teoria dell’arte che su quello dell’analisi politica.

————————————————————————————————————

 


LA PRIMA RADICE

Radicamento sradicamento

BAD edizioni - 2013

Pubblicato in occasione della collettiva tenuta al BAD museum a cura di Raffaella Barbato che ha visto coinvolti gli artisti:

AZ.namusn.art (Sardegna*), Francesca Capasso (Italia), Jota Castro (Perù), Nemanja Cvijanović (Croazia), Regina Josè Galindo (Guatemala), Domenico Antonio Mancini (Italia), MaraM (Italia), Yeal Plat (Israele), Nataša Vasiljević (Serbia), Ciro Vitale (Italia).

————————————————————————————————————

 


Mi rifiuto catalogo

MI RIFIUTO

Al museo con la munnezza

BAD edizioni - 2007

Pubblicato in occasione del progetto MIRIFIUTO a cura di Bunker Art Division in collaborazione con Marianna Agliottone, testo in catalogo Anita Pepe, installazione sonora di Giuseppe Fontanella.

 

————————————————————————————————————

 


catalogo macro

MACRO

Crudele e onnipotente re!

BAD edizioni - 2007

Pubblicato in occasione della mostra di Macro presso il BAD museum, progetto e direzione Bunker Art Division, testi di Francesca Romana Morelli, Valerio Rivosecchi.

 

————————————————————————————————————

 


segni-di-vita catalogo

SEGNI DI VITA

Suggerimenti estetici per dare certezza alla propria esistenza

Ruben Coen Cagli – Iabo

BAD edizioni - 2006

Pubblicato in occasione della mostra di Ruben Coen Cagli e Iabo presso il BAD museum, un progetto di Bunker Art Division con la consulenza scientifica di NOT gallery, testi di Marco Izzolino, Nicola Romano, Eva Giaquinto.

 

————————————————————————————————————

 


LEMANINTESTA

Another bad exhibition by carlodemeo

BAD edizioni - 2006

Pubblicato in occasione della personale di Carlo De Meo al BAD museum, testi di Eva Giuaquinto e Roberta Franz.

 

————————————————————————————————————

 


Barisani Sulle ali del tempo

SULLE ALI DEL TEMPO

Poetiche di Renato Barisani scultore

BAD edizioni – 2001

Pubblicato in occasione della mostra di R.Barisani a cura di Andrea Bellini e Giuseppe Buonanno presso lo spazio industriale Bunker-Teksped, testi di Andrea Bellini.

 

————————————————————————————————————